Studenti di Priocca nella giuria del Premio Strega ragazzi e ragazze


lunedì, 11 aprile 2016

Secondaria  “N.Costa”, unica scuola del cuneese e tra le due selezionate in Piemonte

 
 Gli studenti di Priocca componenti la giuria del Premio Strega ragazzi e ragazze 2016
 
11/04/2016 
PRIOCCA

“Quando è scoppiata la guerra eravamo tutti contenti…” Così inizia “Fuori fuoco” , il libro dell’autrice Chiara Carminati, tratto da vicende realmente accadute, che giovedì 7 aprile, nella cornice della Fiera internazionale del libro per ragazzi di Bologna, alla presenza del ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Dario Franceschini, e del presidente della Fondazione Bellonci, Tullio De Mauro, è stato proclamato vincitore del Premio Strega ragazzi e ragazze, alla sua prima edizione. Due le categorie di concorso: una per libri destinati a lettrici e lettori dai 6 ai 10 anni e una dagli 11 ai 15 anni. Grazie alla collaborazione con una rete di scuole primarie e secondarie in tutta Italia, individuate in collaborazione con il Cepell, sono i giovanissimi lettori a decretare con il loro voto i vincitori nelle due categorie. Il premio ha coinvolto gli alunni e le alunne di cinquanta istituti italiani, venticinque per la fascia relativa alla scuola primaria e altrettanti per quelli della secondaria di primo grado. 

 Quest’anno tra i giurati selezionati dagli organizzatori, unica scuola del cuneese e tra le sole due selezionate in Piemonte, è risultata la Media “N.Costa” di Priocca, diretta dalla professoressa Gabriella Benzi. Secondo il regolamento, dieci giurati delle classi 2ªA (Martina Bruno, Simone Cordero, Silvia Guerra, Diego Scanavino, Cristina Vezza) e 2ªB (Alessandro Barbero, Stefania Bordino, Marta Caffa, Joana Gioka, Elisa Negro), coordinati dalla professoressa Maria Teresa Cravanzola, a partire dallo scorso novembre si sono cimentati nella lettura della cinquina finalista del premio.  

Grazie alla Fondazione Bellonci e alle case editrici, venticinque volumi dei testi in gara sono arrivati a scuola e hanno permesso di estendere l’esperienza anche a tutti gli altri alunni delle due classi coinvolte. Sfatando il falso mito che afferma che i ragazzi non leggono, i giurati, ma non solo loro, hanno divorato i libri proposti, dimostrandosi responsabili e puntuali verso l’impegno preso. Le tematiche affrontate dai volumi della cinquina sono numerose e spaziano dalla Prima guerra mondiale, che larga parte ha nel libro vincitore, al lavoro minorile e ai migranti arrivati con i barconi. La lettura ha consentito agli alunni e alle alunne di confrontarsi su temi importanti, allenando lo spirito critico, e di produrre brevi recensioni che sono state inviate ai diversi autori nella speranza che vogliano intavolare una sorta di dialogo, pur breve, con i diretti interessati. 

Paola Zannoner, prima fra tutti, il giorno successivo alla nomina del vincitore ha voluto “premiare” i ragazzi roerini, inviando loro una mail in cui afferma:”…. dietro le pagine, dietro i miei libri c’è una persona in carne e ossa e cuore, e sono io, e spero che oltre queste parole scritte su un pc si comprenda l’affetto e la gratitudine per voi ragazze e ragazzi, per voi giovanissimi lettori! Un premio è sempre l’occasione per conoscere meglio la nostra letteratura e parteciparvi da lettori è in realtà un compito molto importante,… sempre di più i giovani lettori sono protagonisti, dimostrando che leggere non è un’attività effimera o passiva o d’evasione, ma un modo per comprendere, conoscere, essere ispirati e dare un contributo in termini di opinione, osservazione, critica e interazione…”. 

 Nato a distanza di settant’anni dalla prima edizione del premio assegnato dagli Amici della domenica, a conferma di un impegno costante nel diffondere e stimolare il piacere della narrativa presso i lettori di tutte le età, il Premio Strega Ragazze e Ragazzi viene assegnato a libri di narrativa per ragazzi pubblicati in Italia, anche in traduzione, tra il primo aprile dell’anno precedente e il 31 marzo dell’anno in corso. È promosso dalla Fondazione Bellonci e dall’azienda Strega Alberti Benevento – organizzatori del Premio Strega – con il Centro per il libro e la lettura (Cepell), istituto autonomo del MiBACT nato nel 2007 con il compito di divulgare in Italia la cultura del libro e della lettura, e la Fiera del libro per ragazzi di Bologna, il maggior evento fieristico di settore a livello internazionale. 

 

 Licenza Creative Commons 

Alcuni diritti riservati.