Secondaria di Priocca: la classe 1 A alla cerimonia conclusiva del "Premio Asti d'Appello junior"


martedì, 15 maggio 2018

“La vita e la morte. Due piante intrecciate, o meglio, due germogli della stessa pianta”. 

Così termina “Il viaggio di Lea” della scrittrice Guia Risari, aggiudicatosi l’ottava edizione del Premio Asti d’Appello junior con centotrentacinque voti.

Nella giuria, formata da oltre trecento giovani lettori, anche la classe 1A della secondaria di Priocca che, martedì 8 maggio, ha presenziato alla cerimonia di premiazione presso il Teatro Alfieri di Asti.

Tra i volumi in gara, oltre al vincitore, “The big Swim. La grande prova” di C.Fagan e “Casca il mondo” di Nadia Terranova.

A fare gli onori di casa Roberta Bellesini Faletti, presidente della Biblioteca Astense “G.Faletti” di Asti, ente organizzatore del premio insieme al Rotary club e alla casa editrice Bianconero.

A Elisa Cassinelli, Cristina Luciano, Francesco Martino e Riccardo Vullo della 1A di Priocca, notai per un giorno, è stato affidato il compito di controllare che tutte le operazioni di conteggio dei voti avvenissero nel pieno rispetto del regolamento del premio.

Attraverso le loro voci è stato poi condiviso il lungo messaggio che Nadia Terranova, impossibilitata a presenziare al premio, ha voluto regalare ai trecentoventisei giudici d’appello.

Come un regalo inaspettato è salita sul palco anche Guia Risari, autrice del libro vincitore, che ha risposto alle numerose curiosità dei ragazzi, senza sottrarsi alle foto ricordo e agli autografi.

“Leggere è una cosa meravigliosa. Il libro non vi deve dare soluzioni ma impulsi per cercare la vostra felicità”, queste sono le parole che ha rivolto alla platea.

La cerimonia, come tradizione, si è conclusa con uno spettacolo teatrale.

In questa edizione il palco è toccato a “I viaggi di Gulliver” del Faber Teater, con Lodovico Bordignon e Sebastiano Amadio.

L’insegnante curatrice del percorso

Prof.ssa M.Teresa Cravanzola

Premio Asti d’Appello junior

 

Link all’album fotografico