Primo Seminario Territoriale Scuola Polo Regionale Avanguardie Educative

Data:

domenica, 29 settembre 2019

IMG_0635.JPG

“Se fosse vissuto oggi, Platone sarebbe stato un gamer!”.

“Se fosse vissuto oggi, Platone sarebbe stato un gamer!”.
Con questa citazione, tratta dal recente saggio “Il metodo per crescere i bambini in un mondo digitale” di Jordan Shapiro, docente di filosofia, uno dei massimi esperti mondiali di competenze digitali e tecnologia nell’istruzione, si è concluso il primo, affollato seminario territoriale della rete di Avanguardie Educative, organizzato dall’Istituto comprensivo di Govone, che nel mese di aprile è stato proclamato scuola polo regionale del prestigioso movimento nazionale.
L’evento, ospitato, sabato 28 settembre, presso il nuovo salone polifunzionale “Riez” di Magliano Alfieri per gentile concessione della locale amministrazione comunale, ha visto una folta partecipazione di dirigenti e docenti provenienti da tutto il Piemonte.
Dopo i saluti istituzionali del sindaco di Magliano Alfieri, Giacomina Pellerino, del senatore, nonché sindaco di Priocca, Marco Perosino, la dirigente scolastica del Comprensivo di Govone, prof.ssa Gabriella Benzi, ha aperto i lavori, presentando i relatori della mattinata.
In un’ottica di informazione, formazione, diffusione e sostegno alle scuole e ai processi d’innovazione, il primo intervento è stato affidato alla dott.ssa e ricercatrice Indire, Alessandra Anichini, che ha illustrato ai partecipanti la mission di Avanguardie educative, movimento che nel giro di pochi anni ha coinvolto quasi mille scuole sul territorio nazionale.
La ricercatrice ha posto l’accento su termini quali innovazione, cambiamento, collaborazione, coraggio legati a doppio nodo, senza i quali la scuola di oggi, quella del 2019, non può reinventarsi.
A suo avviso, la trasformazione può e deve avvenire anche attraverso l’uso del digitale che, però, non può e non deve costituire l’unico strumento utile all’innovazione, perché se non viene ben usato, può fare dei danni.
La parola è quindi passata al professor Angelo Bardini, ambassador Indire, convinto sostenitore del termine “bellezza”, quella che dovrebbe essere presente in ogni istituto, plesso, aula scolastica, intesa come cura degli spazi in cui alunni e docenti trascorrono molto del loro tempo.
A tale proposito ha stimolato la platea, mostrando una ricca carrellata di esperienze nazionali, legate soprattutto alle biblioteche scolastiche, al piacere del leggere.
Bardini ha sottolineato l’importanza del fare rete fra gli istituti, della condivisione delle esperienze virtuose che solo così possono essere replicate, arricchendo la realtà di altre scuole.
Dopo l’ampio dibattito e il coffee break, gentilmente offerto da “Caffè Revello” di Cherasco e dalla pasticceria “Curletti” di Castagnito, la mattinata è proseguita con dei “Tavoli di lavoro”, gestiti e coordinati dalla ricercatrice, dall'ambassador Indire e dai docenti esperti del Comprensivo di Govone, presso la primaria di Magliano Alfieri.
Il buffet del pranzo, sponsorizzato da Eataly di Monticello, Conad di Alba, Amici del Castello di Magliano e produttori di Castellinaldo, ha costituito una piacevole pausa, favorendo la conoscenza e l’aggregazione fra partecipanti.
Nel pomeriggio i gruppi hanno proseguito le attività con workshop, caratterizzati da un approccio maggiormente operativo e laboratoriale, durante i quali sono stati coinvolti anche alcuni alunni della secondaria di Priocca, in veste di giovani formatori.
La giornata si è conclusa con una plenaria, al termine della quale il professor Nicola Alimenti dell’Apro di Alba ha presentato il progetto ”E-trainers, colmare il divario digitale tra allievi e insegnanti.
La prossima sfida per il Comprensivo di Govone sarà il convegno nazionale che si terrà a Torino, presso il convitto nazionale Umberto I, il 24 e il 25 ottobre, cui la Dirigente scolastica, prof.ssa Benzi, nel congedare, ha invitato i partecipanti alla giornata.

Prof.ssa Maria Teresa Cravanzola 

 

Questo sito utilizza cookie tecnici.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Cookie