“Io e i #Green Heroes. Perché ho deciso di pensare verde”

Incontro con Annalisa Corrado e Roberto Bragalone

Data di pubblicazione: martedì, 03 maggio 2022

Autore: Segreteria

Argomenti
Notizia
IO E I #GREEN HEROES.jpg

La leggenda di un piccolo colibrì testardo e resistente che, nel tentativo di spegnere un incendio, porta una goccia d’acqua nel becco e afferma “Faccio la mia parte”, ha introdotto il secondo incontro del ciclo di conferenze su tematiche dell’educazione
civica, a cura del Comprensivo di Govone, Scuola polo regionale delle Avanguardie educative.
A dialogare con i numerosi docenti collegati in modalità telematica, Annalisa Corrado, ingegnera meccanica, ecologista, scrittrice, responsabile tecnica del Kyoto club, e Roberto Bragalone, scrittore, autore, impegnato nella divulgazione scientifica.
Tema della giornata la presentazione del volume di Alessandro Gassmann “Io e i #Green Heroes. Perché ho deciso di pensare verde”, edito da Piemme, nato dalla collaborazione del noto attore e i due relatori.
Dopo il breve intervento della Dirigente scolastica, prof.ssa Gabriella Benzi, che ha ricordato la bandiera verde di eco scuola, di cui si fregia l’istituto grazie al programma internazionale “Ecoschool”, i due ospiti hanno introdotto il loro intervento, raccontando come la collaborazione con Gassmann sia nata da un semplice tweet e dal desiderio dell’attore di mettere disposizione la notorietà, la voce, il suo tempo per parlare di tutela dell’ambiente, di sostenibilità, riciclo ed economia circolare.
Il volume prende il via dalla sua storia, dal rapporto con il padre e di quello con la natura.
La nascita del primo figlio lo obbligano a fare i conti con se stesso e a porsi molte domande.
Nella seconda parte vengono presentati cento “Green Heroes”, disseminati in diverse zone del territorio italiano, dei visionari che con coraggio, fatica, testardaggine hanno saputo spesso trasformare dei rifiuti in risorse, abbattendo le
emissioni di Co2 e accumulando dei profitti.
Numerosi “Green Heroes” sono piemontesi; tra essi i visionari della Cartiera Pirinoli di Roccavione, sull’orlo del fallimento qualche anno fa, oggi esempio virtuoso di transizione energetica.

Proseguendo, Annalisa Corrado ha sottolineato come in Italia numerose siano le eccellenze nell’ambito dell’ economia circolare e di quanto sia importante parlarne, dimostrando che è possibile produrre e guadagnare, rispettando l’ambiente.
Oggi, alla luce del momento storico che stiamo vivendo, è sicuramente più conveniente creare imprese sostenibili piuttosto che il contrario e l’economia circolare è ormai applicabile alla quasi totalità dei settori.
Roberto Bragalone ha evidenziato come il percorso intrapreso con il libro sia solo agli inizi e il numero di “Green Heroes” in costante aggiornamento, tanto che gli autori, volutamente, hanno inserito un Qrcode attraverso il quale è possibile
conoscere i nuovi ingressi .
“Pace” e “lotta al caporalato” sono termini che, pur non usati espressamente nelle pagine del volume, emergono prepotentemente, se si riflette sui numerosi “Green Heroes” e sulle imprese che hanno saputo creare.
Esempio evidente è la destinazione delle risorse generate dalla vendita del libro. Per volere dell’attore saranno utilizzate per la realizzazione di “frutteti solidali” in collaborazione con il Kyoto club.
Gli alberi da frutto, provenienti da sementi antiche per preservare la biodiversità, saranno donati a realtà italiane impegnate in attività solidali dall’elevato impatto sociale.
Verso la conclusione è stato posto l’accento sul fatto che ognuno può fare la sua parte nella difesa dell’ambiente, tentando di invertire la rotta.
I “Green Heroes” lo dimostrano. Perché, come scrive Annalisa Corrado nella parte conclusiva della postfazione, come il testardo colibrì della leggenda, gli eroi verdi, donne e uomini visionari e pragmatici, hanno già portato, o stanno portando, una quantità crescente di gocce verso l’incendio, qualunque esso sia.
Sta a noi rimboccarci le maniche, iniziando a trovare nuovi modi, tutti diversi, ciascuno il proprio, per aiutarli.

                                                                                                                                                                                    Prof.ssa Maria Teresa Cravanzola

Pagina generata il 2022-10-06 18:18:27
SCUOLASTICO: 202208250858
Bootstrap Italia: 1.5.2
Tema: 01